7 consigli per progettare una cucina funzionale

Creare una cucina funzionale è fondamentale per qualsiasi casa, questi sono i migliori consigli.

7 consigli per progettare una cucina funzionale

Le cucine di oggi sono un fulcro della casa. Offrono ai membri della famiglia e agli amici uno spazio per riunirsi e cucinare insieme. Creare una cucina funzionale è essenziale per ogni casa, perché rende molto più facile cucinare e pulire.

Se vi state chiedendo come creare una cucina funzionale a casa vostra, siete nel posto giusto. In questo post vi illustriamo sette semplici passaggi che vi aiuteranno a creare una cucina perfetta per le vostre esigenze.

Come allestire una cucina funzionale

Una cucina funzionale si adatta alle vostre esigenze. Quando si progetta una nuova cucina o se ne ristruttura una esistente, si ha una maggiore flessibilità per la creatività nella disposizione e un maggiore controllo sul design. Far funzionare una cucina esistente può essere complicato, ma non impossibile.

Ci sono diversi aspetti da considerare quando si organizza la cucina per renderla uno spazio funzionale ed efficiente. Tra questi ci sono:

  • Layout
  • Triangolo di lavoro vs. postazione di lavoro
  • Piani d'appoggio
  • Razionalizzare lo spazio
  • Elettrodomestici
  • Conservazione
  • Illuminazione

Analizziamo ora ciascuno di questi punti in modo più dettagliato.

Layout

Il primo passo per creare una cucina funzionale è decidere la disposizione. Le disposizioni più comuni della cucina sono la cucina a vista, la cucina a L, la cucina a una parete, la cucina a ferro di cavallo e la cucina a isola.

  • Le cucine Galley sono tipiche delle case e degli appartamenti più vecchi. Questo tipo di cucina prevede due piani d'appoggio paralleli con un passaggio tra di essi. Le cucine galee possono essere molto efficienti perché tutto è a portata di mano.
  • Le cucine a L sono molto diffuse in molte case nuove. Questa disposizione prevede due parti del piano d'appoggio che formano una forma a L. Il vantaggio di questa disposizione è che offre molto spazio sul piano di lavoro e può essere molto efficiente.
  • Le cucine a una parete si trovano nelle case e negli appartamenti più piccoli. Questo tipo di cucina ha una sola parete di armadi ed elettrodomestici. Le cucine a una parete possono essere molto efficienti perché tutto è a portata di mano.
  • Le cucine a ferro di cavallo sono simili a quelle a L, ma hanno una sezione del piano di lavoro a U. Questo tipo di disposizione offre molto spazio sul piano di lavoro e può essere molto efficiente.
  • Le cucine a isola stanno diventando sempre più popolari nelle nuove case. Questo tipo di cucina prevede un'isola al centro della stanza con armadietti ed elettrodomestici su un lato. Le cucine a isola possono essere molto efficienti perché tutto è a portata di mano.

A meno che non sia possibile modificare il design della cucina con una ristrutturazione, potrebbe essere necessario ottimizzare la disposizione esistente per farla funzionare al meglio. Tenete presente che le dimensioni dello spazio possono influenzare la disposizione della cucina.

Triangolo di lavoro vs. postazione di lavoro

La cosa più importante per avere una cucina funzionale è assicurarsi che ci sia un flusso di lavoro definito. Il flusso di lavoro deve essere progettato in modo da poter passare da un compito all'altro senza dover tornare indietro.

Il triangolo di lavoro collega le tre aree di lavoro principali di una cucina: lavello, fornelli e frigorifero. È un concetto nato negli anni '40, quando le cucine erano più piccole e dotate di grandi elettrodomestici e venivano utilizzate solo per cucinare. L'idea del triangolo di lavoro è quella di rendere la cucina uno spazio di lavoro efficiente. Le linee tra un punto e l'altro devono essere libere da ostacoli e facilmente raggiungibili.

La postazione di lavoro è un approccio più moderno che prevede più aree di lavoro in cucina. Dato che le cucine non sono più solo un luogo in cui cucinare, il loro design deve rifletterlo. La creazione di diverse zone di lavoro in cucina consente a più di una persona di preparare la cena o di svolgere altre attività, come fare i compiti o socializzare.

Piani d'appoggio e superfici

I piani d'appoggio sono una parte essenziale di qualsiasi progetto di cucina e un elemento chiave per rendere funzionale una cucina. Il modo in cui si progettano i piani di lavoro dipende dal design della cucina. Se avete bisogno di spazio extra, prendete in considerazione l'aggiunta di un'isola nella vostra disposizione.

I piani d'appoggio svolgono un ruolo importante nella preparazione dei pasti, nella cottura e nell'impiattamento: più spazio si ha a disposizione, meno si sta stretti. Soprattutto nelle cucine più piccole, i piani d'appoggio hanno un costo elevato e devono essere sfruttati in modo adeguato.

Esistono molti materiali e design diversi per i piani di lavoro. Tra i materiali più diffusi ci sono il quarzo, il laminato, l'acciaio inox, il legno e il marmo, disponibili in vari colori. La cosa più importante è scegliere un materiale facile da pulire e da mantenere.

Ottimizzare lo spazio

La collocazione e l'accessibilità sono elementi fondamentali per rendere funzionale una cucina. Pensate a come utilizzate la cucina per preparare i cibi, conservare gli oggetti o pulirli e assegnate gli spazi in base alla funzione e alla vicinanza. Questo approccio renderà più facile e veloce trovare ciò che si sta cercando.

Prendete in considerazione l'idea di montare il lavello sull'isola che si affaccia sul soggiorno invece che sotto la finestra. In questo modo potrete interagire con gli altri mentre lavate i piatti o le stoviglie. Riponete gli utensili in un cassetto accanto alla lavastoviglie per facilitare lo scarico. Nascondete i contenitori per il riciclaggio, la spazzatura e i rifiuti alimentari sotto il lavello per una pulizia più rapida.

Poiché la maggior parte degli armadi della cucina ha dimensioni standard, alcuni ripiani e armadietti potrebbero essere più difficili da raggiungere. Ciò che va bene per una persona può non andare bene per un'altra, il che può causare un'eccessiva frustrazione. Collocate gli oggetti e gli elettrodomestici di uso frequente a portata di mano per renderli più accessibili a tutti gli abitanti della casa.

Elettrodomestici

Anche la scelta degli elettrodomestici può fare la differenza nella funzionalità della cucina. Una cucina funzionale deve avere elettrodomestici facili da usare e da pulire. La maggior parte delle cucine comprende un forno, un frigorifero e un fornello. Sono comunemente utilizzati anche forni a microonde, tostapane, macchine per il caffè e lavastoviglie.

Se volete una cucina hi-tech, prendete in considerazione gli elettrodomestici intelligenti che incorporano le ultime tecnologie nel loro design. Cercate elettrodomestici a risparmio energetico e optate per quelli che combinano le funzioni se avete poco spazio, come la combinazione microonde/cappa. È anche possibile posizionare gli elettrodomestici dietro le ante del mobile per imitare l'aspetto del mobile stesso e ottenere così un aspetto più snello.

Soluzioni di stoccaggio

Quando si tratta di cucine, lo spazio non è mai abbastanza. Prendete in considerazione tutti gli spazi esistenti e trovate delle soluzioni che vi permettano di utilizzare tutto lo spazio a disposizione. Aggiungete cassetti e ripiani estraibili negli armadi, organizer nei cassetti e scaffali aggiuntivi negli armadi per eliminare gli spazi morti e massimizzare lo spazio.

Soluzioni di archiviazione aggiuntive come il Lazy Susan possono rendere più facile riporre gli oggetti in spazi difficili da raggiungere. Allo stesso tempo, i divisori per vassoi possono tenere in ordine oggetti come coperchi di pentole e padelle, teglie per la pizza o fogli per biscotti. Potete anche optare per soluzioni di stoccaggio personalizzate per mantenere l'organizzazione della vostra cucina.

Illuminazione

Ogni cucina funzionale richiede un'illuminazione adeguata, sia da fonti naturali che artificiali. Includete luci luminose sopra i piani di lavoro, i fornelli e le aree di preparazione. Una buona illuminazione facilita la vista e rende più facile vedere ciò che si sta facendo, come tagliare il cibo o misurare gli ingredienti.

L'illuminazione sotto il mobile è un ottimo modo per illuminare i piani di lavoro e facilitare la ricerca degli oggetti, soprattutto di notte. È anche un modo semplice per illuminare gli spazi più piccoli con poca luce naturale.

Come si progetta la disposizione della cucina?

Il modo migliore per progettare la cucina è iniziare con una lista dei desideri. Scrivete tutte le caratteristiche e i must che vorreste avere nella cucina dei vostri sogni, compresi gli elettrodomestici e i gadget. L'elenco dovrebbe includere anche idee sulla disposizione della cucina, sui mobili e sulle finiture.

Considerate come utilizzerete lo spazio e quali funzioni aggiuntive volete che la cucina svolga. Si può lavorare con la cucina esistente o è necessaria una ristrutturazione più ampia? Quanto spazio avete a disposizione? Rispondere a queste domande vi aiuterà a stabilire un budget per il vostro progetto di cucina.

Quando si tratta di un progetto di cucina, è importante ricordare che non tutti usano la cucina allo stesso modo. La vostra cucina funzionale risponde alle vostre esigenze individuali e potrebbe essere diversa da quella di qualcun altro. Ci auguriamo che i nostri consigli utili vi abbiano ispirato a iniziare la ristrutturazione della vostra cucina.

Progettare la vostra cucina ideale è oggi più facile che mai e potete farlo da soli. Se non sapete da dove cominciare, vi consigliamo il nostro software Planner5D per provare a progettare la vostra cucina perfetta. Create planimetrie, provate diverse disposizioni, scegliete le finiture, i materiali per i pavimenti, gli armadietti e i piani di lavoro comodamente da casa vostra.